Una casa sulle colline

Home » casa in campagna » 7. Com’era brulla la mia aia

7. Com’era brulla la mia aia

Foto da Flickr

vecchia facciata casa_petritoli_93 wpChiamavano “jo sotto” l’aia che si apriva sotto la facciata principale, e dicevano che non bisognava né recintarla né piantarvi alberi in  modo che “lu trattore, quando venìa ce potesse ‘boccà “, vale a dire che per lavorare i campi circostanti il trattore del terzista, che periodicamente era chiamato per lavorazioni agricole, aveva bisogno di spazio e le sue esigenze erano prioritarie. E, ammetto, ben comprensibili. Per questo motivo attorno alla casa c’era solo uno spazio spelacchiato e assolato; in un canto spiccava un mucchio di breccia rossa, che probabilmente serviva a soccorrere eventuali ruote impantanate in caso di pioggia, e si poteva notare un lungo filo di ferro teso tra il muro e una solitaria robinia, continuamente mutilata per far legna, e che serviva per stendere la biancheria.
Al piano terra sorridevano, come vecchie bocche sdentate, aperture di varia grandezza e chiuse alla meno peggio coi materiali di risulta; c’era infatti l’ingresso alla stalla poi divenuta pollaio, quello del ricovero del trattore, e altre imprecisati pertugi diroccati.
Niente di più lontano all’urbanizzazione in cui si svolgeva la nostra vita quotidiana.
Niente di più simile, per noi, ad un’energia tutta da scoprire.
Niente di più incredibile del contrasto tra quella congerie di disinibiti mattoni che sembravano gettati alla rinfusa e quel cielo assurdamente azzurro, pieno di voli e di lucei: esattamente quello che serviva per intrappolarmi.

Pubblicità

3 commenti

  1. […] incontrata e presa l’ho descritto nei primi post di questo blog; ad esempio in questo : per noi bellissima e piena di sogni, ma brulla, bruciata quasi dal sole, senza altra ombra che […]

  2. […] l’abbiamo incontrata e presa l’ho raccontato nei primi post di questo blog; ad esempio in questo : brulla, bruciata quasi dal sole, senza altra ombra che una generosa ma solitaria robinia […]

  3. […] l’abbiamo incontrata e presa l’ho raccontato nei primi post di questo blog; ad esempio in questo : brulla, bruciata quasi dal sole, senza altra ombra che una generosa ma solitaria robinia […]

:-)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: